Classifica corsi Self Publishing su Amazon

Classifica corsi Self Publishing su Amazon

Ecco la classifica dei corsi Self Publishing su Amazon. Qual è il migliore? Qual è il reale potenziale di questo business digitale?

La formazione è la base della tua attività

Prima di addentrarci nella classifica dei corsi Self Publishing su Amazon, dobbiamo fare alcune considerazioni in merito alla formazione. Alcune persone ritengono che frequentare dei corsi sia superfluo, ma si sbagliano di grosso.
Infatti, chi non ha esperienza in questo settore tende a considerare l’attività imprenditoriale come una sorta di scommessa, come se il successo fosse determinato solo dalla “mano invisibile” del mercato.
In realtà, il ruolo chiave lo gioca sempre e comunque l’imprenditore, in quanto i fattori esterni contano solo fino ad un certo punto. In altre parole, ci sono tutti i mezzi per abbassare notevolmente il rischio imprenditoriale.

Indice:

Classifica dei corsi Self Publishing su Amazon
Come si fa a scrivere un libro?
I vantaggi fiscali che pochi conoscono
Top 3: classifica dei corsi Self Publishing su Amazon

  1. Self Publishing con Chandler Bolt
  2. Authority Pub Academy di Steve Scott e Barrie Davenport
  3. Vincere su Amazon – Self Publishing di Antonio Vida
    Il “vincitore” della classifica dei corsi Self Publishing su Amazon

Classifica dei corsi Self Publishing su Amazon

La classifica dei corsi Self Publishing su Amazon è sì importante, ma lo è di più comprendere meglio in cosa consiste quest’attività e quali sono tutti i vantaggi correlati. Infatti, per alcuni, tutto questo potrebbe sembrare una novità.
Self Publishing” è un neologismo anglosassone, traducibile in italiano con l’espressione “auto-pubblicazione”. Detto in parole povere, si tratta di realizzare un libro e, successivamente, metterlo in vendita senza passare per le case editrici tradizionali.
Sebbene su Amazon sia possibile acquistare ogni sorta di prodotto, inizialmente nacque proprio come libreria online e, tutt’oggi, continua a tenere la sezione libri sempre aggiornata.
Cartacei, ma non solo: oramai i così detti “e-book” sono diventati una solida realtà.
A differenza dei libri tradizionali, la loro realizzazione è estremamente economica, in quando non prevede alcun costo tipografico.
Dal punto di vista tecnico, gli e-book non sono altro che dei file pdf realizzabili da chiunque.

Come si fa a scrivere un libro?

Per fare Self Publishing è necessario essere scrittori professionisti? La risposta è “non necessariamente”. Certo, chi possiede doti narrative o ha la passione per la scrittura può tranquillamente cimentarsi nella stesura del proprio libro al fine di pubblicarlo autonomamente.
Nonostante ciò, ci sono possibilità per tutti, anche per coloro che non saprebbero nemmeno da che parte iniziare con la scrittura di un romanzo.
Infatti, esiste un folto mercato di “ghost writer”, ovvero degli scrittori che realizzano opere letterarie per conto terzi.
Insomma, chi non è in grado di scrivere un libro può sempre commissionarlo a questi professionisti, ovviamente pagando loro il corrispettivo pattuito.
Forse non tutti sanno che, in realtà, il proprietario di un libro non è tanto l’autore, quanto chi ne detiene i diritti d’autore.
In altre parole, per pubblicare il proprio libro basterà acquistare i diritti d’autore da chi lo ha realizzato.

I vantaggi fiscali che pochi conoscono

Un’altra caratteristica peculiare del Self Publishing consiste in alcuni importanti vantaggi fiscali. Di norma, per condurre un business su Amazon è necessario aprire la partita IVA e, di conseguenza, onorare anche tutti gli obblighi fiscali e contributivi che ne derivano.
Al contrario, essendo il Self Publishing considerato come attività artistica, i proventi che derivano dalla vendita delle copie non sono soggetti a tassazione e, pertanto, non è nemmeno necessario aprire la partita IVA.
Ricapitolando, una volta acquistati i diritti d’autore del libro realizzato dal proprio ghost writer di fiducia, si provvede alla sua pubblicazione su Amazon. Successivamente, il noto portale di e-commerce riconoscerà al Self Publisher (colui o colei che svolge questa attività) le royalties, ossia delle percentuali sul prezzo di ogni copia venduta. Queste ultime non vengono tassate e, pertanto, sono da considerarsi il guadagno effettivo, senza bisogno di defalcare alcun onero fiscale.

Top 3: classifica dei corsi Self Publishing su Amazon

Partiamo con la classifica dei corsi Self Publishing su Amazon. Come noterai proseguendo la lettura, sono tutti e 3 validi ma, ad esclusione di uno, gli altri 2 potrebbero non essere poi così semplici da seguire.

3. Self Publishing con Chandler Bolt

Oggigiorno, Chandler Bolt è un affermato imprenditore digitale che ha iniziato la sua carriera abbandonando il college e scrivendo di suo pugno il libro “Productive Person” (“Persona Produttiva” in italiano). Quest’ultimo ha avuto un gran successo e, prendendo spunto dalla sua esperienza personale, ha deciso di istituire un corso rivolto a tutti coloro che vogliono fare Self Publishing.
Principalmente, il suo corso si basa su 3 pilastri: come acquisire la mentalità da scrittore, come finire e/o rifinire il proprio manoscritto e, infine, come gestire la pubblicazione finale su Amazon.
Sebbene sia un corso di alta qualità, questo non è alla portata di chiunque.
Prima di tutto è rivolto a coloro che vogliono effettivamente scrivere un libro di proprio pugno e, ovviamente, è disponibile solo ed esclusivamente in lingua inglese.

2. Authority Pub Academy di Steve Scott e Barrie Davenport

Steve Scott, noto anche come S.J. Scott, è uno dei più grandi punti di riferimento in fatto di Self Publishing. Ha iniziato la sua carriera lavorativa come esperto di marketing, salvo poi dedicarsi all’auto-pubblicazione a tempo pieno.
Non solo, attualmente gestisce e crea contenuti anche per il blog “Develop Good Habits”. Recentemente, Steve Scott e la sua socia d’affari Barrie Davenport hanno deciso di fondare l’Authority Pub Academy, con lo scopo di formare i nuovi aspiranti Self Publisher.
Anche questo corso è rivolto a coloro che vogliono diventare scrittori professionisti, insegnando loro non solo le tecniche di scrittura, ma anche come acquisire il giusto mindset e come non lasciarsi travolgere dalla forte concorrenza.
Al pari del precedente, anche questo corso è disponibile solo in lingua inglese.

1. Vincere su Amazon – Self Publishing di Antonio Vida

In cima alla classifica dei corsi Self Publishing su Amazon troviamo il corso realizzato da Antonio Vida, attualmente il più grande imprenditore digitale italiano e uno dei migliori sulla scena internazionale.
A differenza degli altri 2, questo corso è rivolto sia a coloro che vorrebbero realizzare la propria opera letteraria, sia a coloro che, invece, vorrebbero investire acquistando i diritti d’autore dei libri scritti dai migliori ghost writer del momento.
Inoltre, è una vera e propria community, attualmente la più grande d’Italia dedicata proprio agli investimenti digitali.
Ecco alcuni punti di forza di questo corso:

è realizzato interamente in lingua italiana.
È l’unico completo “dalla A alla Z”, perfetto sia per coloro che partono da zero, sia per coloro che possiedono già un background.
Garantisce la migliore assistenza a tutti gli scritti, sia durante la fase di apprendimento, che durante l’avvio del proprio business digitale.

Il “vincitore” della classifica dei corsi Self Publishing su Amazon

Seguire un corso di formazione è sempre impegnativo, figuriamoci frequentarne uno realizzato in lingua straniera. Pertanto, il “vincitore” della classifica dei corsi Self Publishing su Amazon è proprio quello tenuto da Antonio Vida e dal suo staff di tutor a disposizione degli iscritti.
Inoltre, è l’unico che offre le stesse possibilità di successo a tutti, in quanto, a differenza dei suoi concorrenti anglosassoni, questo permette di fare Self Publishing anche senza dover realizzare materialmente il libro che si intende pubblicare.
Ad ogni modo, è importante sottolineare il fatto che le iscrizioni sono a numero chiuso, al fine di seguire ogni membro della community nel migliore dei modi.
Per prenotare la tua iscrizione segui queste istruzioni:

clicca su questo link.
Mettiti in contatto con i tutor che, senza impegno, ti spiegheranno come proseguire.

Migliori corsi 2021 su Amazon: ultime novità

Migliori corsi 2021 su Amazon self publishing

Quali sono i migliori corsi 2021 su Amazon? Ecco tutte le ultime novità in fatto di formazione digitale

Non c’è business senza formazione

Prima di entrare nel vivo del topic “migliori corsi 2021 su Amazon”, è fondamentale chiarire un concetto che sta alla base di qualsiasi attività imprenditoriale. Al contrario di quello che potrebbe sembrare, un business di successo non è mai frutto del caso.
Certo, ogni tanto la fortuna può essere d’aiuto, ma non è tutto. Alla base ci deve essere sempre e comunque una strategia vincente.
Di conseguenza, è necessario pianificare a tavolino ogni singola mossa. Proprio per questo motivo, tutto ciò è possibile solo grazie ad un solido know-how.
Ecco perché senza la giusta formazione è praticamente impossibile avviare un business di successo, compresi quelli di natura digitale.
Detto questo, nei prossimi paragrafi passeremo in rassegna le principali tipologie di business che si possono avviare sfruttando le potenzialità offerte da Amazon. Non solo, vedremo anche quali sono i corsi meglio strutturati.

Indice:

Classifica dei migliori corsi 2021 su Amazon
Non improvvisarsi imprenditori digitali

  1. Dropshipping
  2. Investire nelle azioni di Amazon
  3. Self Publishing
    Vincere su Amazon – Self Publishing: in cima ai migliori corsi 2021 su Amazon.
    Iscriviti subito a “Vincere su Amazon – Self Publishing” uno dei migliori corsi 2021 su Amazon.

Classifica dei migliori corsi 2021 su Amazon

Nei prossimi paragrafi troverai la classifica dei migliori corsi 2021 su Amazon. Le possibilità che offre questo portale di e-commerce sono davvero tante, ognuna con i suoi pro e i suoi contro. Ecco perché la formazione è così importante: buttarsi a capofitto senza sapere cosa si sta facendo è la mossa peggiore che si possa fare.
Prima di tutto, bisogna avere chiara quale sia la propria situazione di partenza che, ovviamente, gli obiettivi che si vogliono raggiungere.
Dopodiché, è necessario delineare il “percorso imprenditoriale” che si intende seguire, mettendo anche in conto eventuali ostacoli.
Avviare una realtà imprenditoriale non è mai semplice e il successo non arriva certo dall’oggi al domani. Senza contare il “peso” del rischio imprenditoriale che grava su qualsiasi attività.
Ecco, i corsi di formazione servono proprio a questo, ovvero fornire agli imprenditori tutti gli strumenti necessari per ridurre tale peso e pianificare un percorso efficace.

Non improvvisarsi imprenditori digitali

Purtroppo, ci sono ancora tante persone convinte che i business digitali siano sinonimo di guadagni facili. Non esiste affermazione più sbagliata. Ecco perché molti di quelli che si sono improvvisati investitori digitali hanno fallito clamorosamente.
La “via facile” non è mai esistita e mai esisterà. Infatti, le caratteristiche che accomunano tutti gli imprenditori di successo sono competenza, professionalità e forza di reagire di fronte alle prime difficoltà.
In altre parole, il successo ce lo si deve guadagnare, a prescindere dal settore o dalla nicchia di mercato. Naturalmente, ciò richiede impegno e determinazione, qualità umane che solo pochi possiedono.

Amazon dropshipping

3. Dropshipping

Il dropshipping è una modalità di business digitale secondo cui il venditore propone i prodotti di terzi senza però averli nel proprio magazzino.
Da un lato c’è un enorme vantaggio per quanto riguarda la logistica, in quanto non vi sono costi relativi alla gestione del magazzino, proprio perché i prodotti giungono al cliente direttamente dal produttore.
Purtroppo, però, ci sono anche dei contro che non vanno sottovalutati. In primis vi è la forte concorrenza, ovvero i grandi produttori offrono lo stesso listino prezzi ad una grande moltitudine di venditori.
In secondo luogo, vi sono anche tutta una serie di responsabilità legali. Ad esempio, se Tizio vende i prodotti di Caio e questi dovessero giungere al cliente in ritardo piuttosto che danneggiati, è proprio Tizio a doverne rispondere in prima persona.

2. Investire nelle azioni di Amazon

Amazon è quotata in borsa, pertanto è possibile investire comprando e rivendendo le sue azioni. In linea di massima, grazie ai numerosi broker di trading online, oggi è possibile investire nel mercato azionario senza troppe difficoltà.
Tuttavia, è doveroso sottolineare il fatto che tali operazioni non sono esenti da rischi. Non a caso, la percentuale di investitori che ci rimette è davvero alta.
Insomma, investire nelle azioni è piuttosto rischioso e coloro che hanno successo in questa attività possono vantare decenni di studio e di esperienza alla spalle.
Il rischio imprenditoriale che grava su questo tipo di business è davvero elevato, senza contare il fatto che, al fine di ottenere guadagni di una certa entità, è necessario investite un capitale di tutto rispetto.
Purtroppo, sono davvero poche le persone che hanno successo nella compravendita di azioni, pertanto non è l’attività ideale per coloro che hanno approcciato questo settore da poco.

1. Self Publishing

In cima alla nostra classifica dei migliori corsi 2021 su Amazon troviamo quelli sul Self Publishing. Di cosa si tratta? Sebbene non sia propriamente una novità, il Self Publishing, oppure “auto-edizione” che dir si voglia, consiste nella produzione e nella successiva pubblicazione di opere letterarie senza l’ausilio delle case editrici convenzionali.
Il commercio dei libri è tutt’altro che fermo e Amazon, essendo nata inizialmente proprio come libreria online, ha un’intera e corposa sezione interna dedicata a questi prodotti.
A differenza delle 2 precedenti tipologie di investimento, il Self Publishing consente di ottenere ottime rendite passive automatiche che derivano dalla vendita delle copie dei libri pubblicati.
Inoltre, ci sono anche degli ottimi vantaggi sotto il profilo fiscale. Infatti, i proventi derivati da questa attività non vengono tassati, pertanto non si è nemmeno tenuti ad dover aprire la Partita IVA.

Amazon-self-publishing

Vincere su Amazon – Self Publishing: in cima ai migliori corsi 2021 su Amazon

Arrivati a questo punto, la domanda che molti si pongono è la seguente: come faccio a fare Self Publishing se non sono in grado di scrivere un libro degno di questo nome?
La risposta è: commissionando i propri libri a terzi. Infatti, esistono i così detti “ghost writer”, ovvero “scrittori fantasma”.
Si chiamano così per un motivo ben preciso.
Una volta realizzate le loro opere, questi non le pubblicano a proprio nome, ma le “rivendono” cedendo i diritti d’autore.
Infatti, dal punto di vista legale, il proprietario di un libro è colui (o colei) che ne detiene i diritti d’autore e questi non sempre coincidono con chi ha effettivamente creato l’opera.
A tal proposito, in cima ai migliori corsi 2021 su Amazon troviamo proprio “Vincere su Amazon – Self Publishing” di Antonio Vida, l’unico corso in grado di assicurare una formazione completa.

Iscriviti subito a “Vincere su Amazon – Self Publishing” uno dei migliori corsi 2021 su Amazon

Perché “Vincere su Amazon – Self Publishing” è da ritenersi uno dei migliori corsi 2021 su Amazon a livello internazionale? Perché è uno dei pochissimi nato dall’esperienza diretta di chi ha già praticato con successo questa attività.
Sicuramente, è il migliore che si possa trovare in lingua italiana, in quanto gli altri sono tutti in inglese.
Frequentandolo imparerai sia come trovare e stringere accordi con i migliori ghost writer del momento, ma anche come promuovere il tuo libro emergendo dalla concorrenza che, mese dopo mese, si fa sempre più agguerrita.
Fortunatamente, il mercato italiano è tutt’altro che saturo, per cui le possibilità di successo sono concrete e alla portata di tutti, a patto di impegnarsi e seguire diligentemente il piano di studi che viene proposto.
Per iscriversi è molto semplice: basta cliccare qui e seguire le indicazioni presenti sul sito ufficiale.

Prodotti più venduti su Amazon del 2021: top 5

Prodotti più venduti su Amazon del 2021 top 5

Ecco la top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021. Quali sono i migliori business digitali del momento?

Avviare un business digitale

Leggendo questa top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021 potrai farti un’idea concreta di quali siano attualmente i migliori business digitali. Investire nell’e-commerce è sicuramente una mossa vincente, tuttavia bisogna capire come procedere nel modo giusto.
Infatti, l’emergenza COVID-19 si è ripercossa anche sull’economia, cambiando, di fatto, tante delle nostre abitudini.
A tal proposito, gli acquisti online sono aumentati in maniera esponenziale rendendo Amazon un nuovo punto di riferimento per i consumatori italiani e non solo.
Vuoi per le restrizioni, vuoi per la paura di contrarre il virus, quando necessitiamo di qualcosa non facciamo altro che prendere il nostro smartphone e controllare cosa offre la rete.
Non solo, la disoccupazione sta dilagando sempre di più e, di fatto, i business digitali rappresentano una delle poche alternative possibili.

Indice:

Top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021

  1. Vestiario
  2. Attrezzi per il fitness
  3. Robot e utensili da cucina
  4. Prodotti di elettronica
  5. Libri
    Investire sui libri, i prodotti più venduti su Amazon del 2021

Top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021

Prima di iniziare la nostra top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021 è opportuno tenere a mente che il mondo della rete cambia piuttosto in fretta. Insomma, gli oggetti che sono di tendenza oggi, potrebbero non esserlo anche un domani.
Allo stesso tempo, però, ce ne sono altri che non conosceranno mai crisi. Capire l’andamento del mercato digitale non è semplice e, per avere un quadro chiaro della situazione, è sempre necessario informarsi costantemente.
Inoltre, bisogna anche tenere conto della concorrenza: su Internet è molto più alta rispetto a quella del mondo imprenditoriale “tradizionale”, proprio perché tutti hanno potenzialmente le stesse opportunità.
Detto questo, non perdiamo altro tempo e vediamo quali sono gli articoli più ricercati e acquistati sul più grande portale di e-commerce al mondo.

Prodotti-piu-venduti-su-Amazon-del-2021-top-51

5. Vestiario

Iniziamo la nostra top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021 con il vestiario. I centri commerciali e i negozi di prossimità chiudono spesso a causa delle restrizioni, per non parlare di quelli che sono già falliti e non riapriranno più.
Ecco perché sempre più persone comprano vestiti e scarpe online. Certo, non è possibile provare prima di acquistare ma, allo stesso tempo, Amazon assicura un ottimo servizio di cambio merce.
In altre parole, se la taglia risulta troppo grande o troppo piccola sarà sufficiente aspettare un paio di giorni per vedersi recapitare a casa il prodotto giusto.
Fino a 15 anni fa nessuno avrebbe mai comprato online un abito piuttosto che un paio di scarpe, ma oggi è da considerarsi una realtà ben consolidata.
Di conseguenza, la nicchia del vestiario offre sicuramente ottime possibilità di successo e molti investitori ne stanno già approfittando.

4. Attrezzi per il fitness

Tra i tanti esercizi commerciali chiusi per via delle normative anti-covid ci sono anche le palestre. Di conseguenza, le persone non hanno più modo di allenarsi. Ecco perché le aziende produttrici di articoli per il fitness hanno assistito a un boom delle loro vendite.
Dai classici pesi, fino agli attrezzi più innovativi: grazie a questi prodotti sono molti coloro che hanno allestito una vera e propria palestra personale in casa
Per quanto riguarda il mercato italiano, le prospettive sono molto buone. Come ben sappiamo, siamo un popolo a cui piace rimanere in forma e avere cura del proprio corpo. Pertanto, a fronte della chiusura delle palestre che non sembra destinata a cessare, sempre più italiani e italiane acquisteranno online attrezzi per il fitness.
Quindi, almeno sul medio periodo, investire in questo tipo di articoli potrebbe dare ottime soddisfazioni.

3. Robot e utensili da cucina

Gli italiani e le italiane non riescono proprio a rinunciare alla cura del corpo. Però, allo stesso tempo, sono anche amanti dell’ottima cucina. Inoltre, a differenza di tante altre nazioni, a noi non piace solo mangiare, ma anche cucinare.
Non a caso, durante l’ultimo lockdown, uno dei passatempi preferiti è stato proprio questo. Di conseguenza, è aumentata la vendita di robot e utensili da cucina. In alcuni casi, non si tratta solo di un passatempo, ma di una vera e propria necessità.
Il cibo preparato in casa ha, senza dubbio, costi minori, a parità di qualità. Infatti, si sta assistendo ad una sorta di “ritorno alle origini”. Ad esempio, moltissime persone producono a casa propria anche il pane e altri prodotti che, in condizioni normali, verrebbero acquistati in negozio.
Robot è utensili da cucina esistono da sempre ma, in questo 2021, sono sempre di più coloro che li acquistano online.

2. Prodotti di elettronica

Viviamo nell’era digitale e, oramai, i prodotti di elettronica fanno parte della nostra realtà quotidiana. Infatti, tutti noi possediamo smartphone, smart TV, tablet e computer. Sono strumenti preziosi sia per il lavoro che per il tempo libero.
Come abbiamo avuto modo di vedere durante lo scorso 2020, sono tante le persone che, per passare il tempo, hanno deciso di vedere film e serie tv connettendosi a varie piattaforme online. Allo stesso tempo, sempre più persone sono state costrette a lavorare in modalità “smart working”, cosa impossibile da fare senza un dispositivo.
Ovviamente questi prodotti non durano in eterno e in certi casi è molto più conveniente acquistare il nuovo piuttosto che far riparare l’usato. Non solo, l’evoluzione della tecnologia è tale per cui un articolo è già vecchio nel momento in cui esce.
Proprio per questi motivi il giro d’affari in questa nicchia è piuttosto elevato.

1. Libri

Eccoci giunti in cima alla nostra top 5 dei prodotti più venduti su Amazon del 2021. Sembra strano, ma il mercato dei libri è tutt’altro che scomparso. Anzi, è più attivo che mai. Semplicemente è diminuita la vendita del cartaceo, il quale sta facendo sempre più posto ai così detti “e-book”.
La gente non ha mai smesso di leggere e, anche quest’anno, sembra mantenere tale abitudine.
Leggere non è solo un passatempo, ma anche l’unico modo per informarsi e formarsi. Molte persone, avendo perso il proprio lavoro, hanno dovuto reinventarsi e per far ciò si sono messe di nuovo a studiare.
Senza contare quelle che, causa lockdown, si sono trovate improvvisamente con tanto, forse troppo tempo libero da trascorrere.
Al contrario dei prodotti che abbiamo visto in precedenza, i libri sono sempre esistiti e sempre esisteranno.
Qual è il metodo migliore per investire in questa nicchia?

Investire sui libri, i prodotti più venduti su Amazon del 2021

I prodotti più venduti su Amazon del 2021 sono i libri e, proprio per questo, molti investitori digitali hanno deciso di fare Self Publishing. Di cosa si tratta? Qual è il potenziale economico di questa attività?
Fare Self Publishing significa fare “auto-edizione” o “auto-pubblicazione”. In sostanza, si tratta di produrre un libro e venderlo senza farsi finanziare da una casa editrice. Sappiamo bene che il proprietario di un libro guadagna tramite rendite passive automatiche, ovvero incassa una determinata percentuale per ogni copia venduta, sia cartacea, che elettronica.
Un altro vantaggio del vendere i libri su Amazon? I guadagni non sono soggetti a tassazione, al contrario di una qualsiasi altra attività imprenditoriale.
Detto questo, fare Self Publishing significa necessariamente essere in grado di scrivere? Assolutamente no.
Ultimamente molti investitori digitali di questa nicchia lavorano a stretto contatto con i “ghost writer”. Chi sono esattamente? Clicca qui per ulteriori dettagli.

Top 3 metodi per vendere su Amazon nel 2021

Top 3 metodi per vendere su Amazon nel 2021

Ecco la nostra top 3 dei metodi per vendere su Amazon nel 2021. Qual è quello più redditizio? Scopriamolo insieme leggendo questa guida.

Le nuove opportunità del digitale

Prima di iniziare la nostra top 3 dei metodi per vendere su Amazon nel 2021, dobbiamo inquadrare meglio il periodo contemporaneo. Infatti, l’epidemia da COVD-19 ha avuto ripercussioni anche sull’economia mondiale.
Purtroppo, molte attività hanno chiuso oppure sono in procinto di chiudere i loro battenti e questo potrebbe far pensare ad una crisi di proporzioni mai viste prime.
E’ davvero così? Sì e no allo stesso tempo. “Sì”, perché è fuori discussione che l’economia stia andando a rotoli, “no” perché, in mezzo a tutto questo, stanno spuntando nuove opportunità di business.
Ad esempio, durante tutto il 2020, le aziende che operano nel settore dell’e-commerce hanno assistito ad un aumento esponenziale del loro giro d’affari.
Insomma, lo scenario economico non è certo uno dei migliori, ma spetta sempre a noi l’intravedere una soluzione e non farci travolgere dagli eventi senza reagire.

Indice:

2021: top 3 metodi per vendere su Amazon

  1. Vendere il proprio usato.
  2. Affiliazioni.
  3. Self Publishing.
    Il Self Publishing in cima alla nostra top 3 metodi per vendere su Amazon nel 2021.
    Inquadramento fiscale.
    Conclusione sulla nostra top 3 metodi per vendere su Amazon nel 2021.

2021: top 3 metodi per vendere su Amazon

Nei prossimi paragrafi troverai la nostra top 3 dei metodi per vendere su Amazon nel 2021. Ognuno di essi ha le loro peculiarità, così come rispettivi pro e contro. Ai fini di una scelta consapevole, non dobbiamo solo calcolare questi fattori, ma dobbiamo anche tenere conto della nostra situazione di partenza.
Ad ogni modo, è doveroso precisare che, indipendentemente da quella che sarà la tua scelta, il successo non è mai “regalato”, tanto offline, quanto online.
Insomma, non è mai esistito e nemmeno esisterà mai il metodo “miracoloso”, in grado di farti guadagnare cifre stratosferiche senza fare un minimo di fatica.
Di conseguenza, la scelta del metodo è solo il primo passo, dopodiché toccherà a noi proseguire nel nostro percorso imprenditoriale che, salvo rare eccezioni, è sempre in salita.

Vendere il proprio usato

3. Vendere il proprio usato

Ci sono persone che in casa hanno un vero e proprio magazzino di oggetti che non vengono più utilizzati. Questi ultimi possono essere di vario genere e, in certi casi, avere ancora un buon valore di mercato.
Invece che smaltire questi oggetti in discarica, perché non provare a vendere quelli che possono essere ancora riutilizzati?
Ecco, su Amazon è possibile vendere il proprio usato in modo facile e veloce. Infatti, basta creare l’account, “esporre” la propria merce e, infine, attendere che arrivino i primi ordini.
Si tratta di un metodo alla portata di chiunque, anche di coloro che non hanno alcuna esperienza imprenditoriale.

Pro e contro

Come già anticipato, vendere il proprio usato è un metodo piuttosto facile che non richiede alcuna preparazione particolare. E’ l’ideale per coloro che vogliono dare via il proprio usato guadagnando, anziché spendere per farlo smaltire.
Inoltre, per quanto riguarda la vendita occasionale, non serve nemmeno avere la partita IVA, pertanto non comporta costi sotto il profilo legale.
Invece, per quanto riguarda i “contro”, appare evidente che con questo metodo sia difficile ottenere delle rendite passive automatiche: venduto tutto l’usato, bisognerà necessariamente ripartire da zero.
Senza contare il fatto che, superata la soglia della “vendita occasionale”, occorre aprire la partita IVA.

2. Affiliazioni

Il secondo metodo che prendiamo in considerazione è quello delle affiliazioni. Di cosa si tratta? Molto semplicemente, l’affiliazione è una sorta di “accordo” tra il produttore e il venditore. In pratica, quanto “Tizio” vende il prodotto di “Caio”, quest’ultimo gli riconosce una percentuale calcolata sull’importo del bene o servizio venduto.
E’ un metodo che esiste già da tempo e, se condotto nel modo giusto, può portare a buoni risultati.
Si tratta di un ottimo metodo per i venditori, in quanto, almeno apparentemente, i costi sembrano essere molto bassi.

Pro e contro

Il metodo delle affiliazioni ha, sicuramente, grandi potenzialità. Infatti, lavorando sui grandi numeri, è possibile ottenere ottimi guadagni a fronte di un investimento relativamente contenuto.
Il punto della questione è proprio questo: riuscire a lavorare sui grandi numeri. Per far ciò occorrono delle solide competenze di web marketing.
Pertanto, tutti coloro che non le posseggono, hanno due opzioni:

Investire sulla formazione.
Pagare qualcuno in grado di gestire questo aspetto.

Non solo, bisogna anche tenere conto del fatto che, in caso di vendita abituale, è necessario aprire la partita IVA e, di conseguenza, gestire anche la contabilità.
Senza contare il fatto che le affiliazioni sono uno dei metodi di guadagno online più utilizzanti e quindi caratterizzato da una fortissima competizione.

1. Self Publishing

In cima alla nostra top 3 dei metodi per vendere su Amazon nel 2021 troviamo il Self Publishing. A differenza dei primi 2, si tratta di un metodo relativamente nuovo che non tutti conoscono.
E’ l’espressione usata per indicare la pubblicazione in proprio di contenuti testuali, ovvero l’auto-edizione.
E’ un metodo particolare che, però, è alla portata di chiunque abbia le giuste conoscenze. L’investimento iniziale, nonostante sia abbastanza contenuto, può dare ottime soddisfazioni nel medio e lungo periodo.

Il Self Publishing in cima alla nostra top 3 metodi per vendere su Amazon nel 2021

Conclusa la nostra top 3 dei metodi per vendere su Amazon nel 2021, spendiamo qualche parola in più in merito al primo in classifica, ovvero il Self Publishing.
Chi è appassionato di scrittura e ha già del materiale, può tranquillamente metterlo insieme, impostarlo e pubblicarlo su Amazon. In questo caso non vi è nessun investimento da compiere, se non il tempo per la creazione dell’opera.
In caso contrario, coloro che non sono in grado di scrivere un libro, possono commissionarlo ad un ghost wirter.
E’ la categoria a cui appartengono tutti gli scrittori professionisti che decidono di vendere a terzi i diritti d’autore delle opere che realizzano.
In questo modo, chi li acquista ne diviene il legittimo proprietario e, di conseguenza, può pubblicarle l’opera a nome proprio, pretendendo, ovviamente, i relativi corrispettivi per ogni singola copia venduta.

Inquadramento fiscale

Un altro vantaggio del Self Publishing su Amazon consiste nell’inquadramento fiscale. Infatti, a differenza degli altri metodi, questo non prevede l’apertura della partita IVA. Per ogni copia venduta, Amazon riconosce le “royalties”, ovvero delle percentuali calcolate sull’importo del libro messo in vendita.
Queste ultime non vengono tassate, pertanto il Self Publisher non deve tenere nessuna contabilità, risparmiando quindi tutte le spese legate alla gestione della burocrazia che, nel medio e lungo periodo, rappresenta una spesa non da poco.
Insomma, il Self Publishing offre la possibilità di creare rendite passive automatiche al pari delle affiliazioni, ma con costi di investimento più contenuti e senza dover aprire la partita IVA.

Conclusione sulla nostra top 3 metodi per vendere su Amazon nel 2021

In questa nostra top 3 dei metodi per vendere su Amazon nel 2021 abbiamo preso in esame la vendita dell’usato, le affiliazione e, infine, il Self Publishing. Per quanto riguarda i primi 2, sebbene abbiano dei pro, hanno anche dei contro non indifferenti, senza contare il fatto che sono metodi già utilizzati da tempo e quindi non sempre redditizi.
Al contrario, il Self Publishing è da considerarsi una “novità” e, almeno in Italia, sono ancora pochi coloro che lo praticano. Inoltre, offre anche dei vantaggi sul piano fiscale, rendendo questa attività molto interessante.
Ovviamente, al fine di avviare un business di successo in questa nicchia di mercato, è necessario avere un’ottima conoscenza di quelle che sono le basi, ma anche di aspetti più avanzati, soprattutto quelli legati alla scelta dei ghost writer.
Per iniziare clicca qui e prenota la tua iscrizione al nuovo corso “Vincere su Amazon – Self Publishing”.