Self Publishing: significato e come iniziare da zero

Self Publishing: significato e come iniziare da zero

Il 2021 è l’anno giusto per avviare un business digitale. A tal proposito, qual è il significato di Self Publishing? E’ alla portata di tutti? E ancora, qual è il modo migliore per iniziare?

Tutto sul Self Publishing: significato, prospettive e guadagni

Per tutta una serie di ragioni che vedremo nel coro di questo articolo, il 2021 è l’anno migliore per avviare il proprio business digitale. Ecco perché sempre più persone vogliono conoscere il significato di Self Publishing, le sue potenzialità a livello imprenditoriale e i guadagni che si possono ottenere.
Internet è letteralmente una “miniera d’oro” per quanto riguarda l’informazione. Purtroppo, però, non tutte le fonti sono poi così attendibili.
Ecco, lo scopo di questo articolo è proprio quello di chiarire una volta per tutte ogni aspetto relativo al Self Publishing, così come fornire utili e pratiche indicazioni a tutti gli interessati.
Infatti, c’è chi sostiene si tratti solo di una perdita di tempo, ma ci sono anche coloro che, grazie a questa attività, sono riusciti a cambiare la propria vita.
Qual è la verità? Quali sono i requisiti essenziali per avere successo con il Self Publishing?

Indice:

Qual è il significato di Self Publishing?
Come ci si deve approcciare il Self Publishing?
Chi può fare il Self Publishing?
Quanto si guadagna con il Self Publishing?
Perché ci sono fraintendimenti sul significato del Self Publishing?
Conviene fare Self Publishing nel 2021?
Il vero significato del Self Publishing: conclusioni finali.

Qual è il significato di Self Publishing?

Il significato letterale di Self Publishing è “auto-edizione” o “auto-pubblicazione”, che dir si voglia. In altre parole, questa attività consiste nel realizzare dei contenuti letterari e pubblicarli senza, però, seguire il classico iter rivolgendosi alle case editrici convenzionali.
Infatti, Internet consente a chiunque di acquisire visibilità che può essere sfruttata per lanciare un qualsiasi prodotto. Ciò vale anche per i libri, siano essi cartacei, piuttosto che elettronici (e-book).
Detto questo, perché tanti investitori digitali si stanno informando sul Self Publishing?
Il motivo è molto semplice: questo business consente di ottenere rendite passive automatiche. In pratica, una volta pubblicati i propri contenuti, i guadagni dipenderanno dal numero di copie vendute e non dalle ore lavorate come accade per il 95% delle attività imprenditoriali tradizionali.
Senza contare il fatto che, proprio in virtù di alcune caratteristiche peculiari del Self Publishing, questo business digitale presenta degli ottimi vantaggi fiscali.

Come ci si deve approcciare il Self Publishing?

Dopo aver compreso il significato di Self Publishing, vediamo quali sono i modi per approcciarlo. Ne esistono due: uno più “artistico” e l’altro più “imprenditoriale”.
Per quanto riguarda il primo, ci sono persone che hanno l’hobby della scrittura e che, nel tempo libero, si dilettano nel dar sfogo alla loro creatività. Insomma, piuttosto che tenere il proprio materiale nel cassetto, perché non provare a pubblicarlo su Amazon nella apposita sezione libri?
Al contrario, l’approccio più “imprenditoriale” è quello utilizzato da coloro che, non sapendo o non avendo voglia di scrivere, preferiscono delegare ogni singolo aspetto ad una squadra di professionisti.
Infatti, il proprietario di un libro è chi ne detiene i diritti d’autore e, non sempre, questo coincide con chi lo ha scritto.
Di conseguenza, si può delegare la stesura del contenuto a terzi, salvo poi acquistarne i relativi diritti e pubblicarlo a nome proprio.

Chi può fare il Self Publishing?

Come già accennato, tutti possono fare Self Publishing. C’è chi lo far per diletto, ma c’è anche chi lo pratica come attività a tempo pieno, adottando un approccio decisamente imprenditoriale.
Infatti, esistono figure professionali come i ghost writer, i proofreader e gli esperti di grafica che, sotto il proprio coordinamento, si occupano di ogni singola fase relativa alla creazione del libro che si vuole pubblicare.
Rispettivamente, i primi si occupano della stesura del contenuto, mentre il compito dei secondi è quello di leggere quanto scritto ed effettuare le opportune correzioni. Questo al fine di rendere il testo impeccabile sotto ogni punto di vista: dalla grammatica, fino alla scorrevolezza e facilità di lettura.
Infine, gli esperti di grafica si occuperanno dell’impaginazione (o formattazione), così come penseranno a realizzare la copertina più accattivante.
Di conseguenza, non è necessario possedere alcuna competenza specifica in fatto di scrittura o editoria.

Quanto si guadagna con il Self Publishing?

I guadagni sono i più vari possibili. Infatti, sebbene il Self Publishing abbia delle peculiarità uniche, per tanti aspetti è un’attività imprenditoriale come le altre e, di conseguenza, soggetto alle stesse logiche.
Sarebbe un po’ come domandarsi: ”Quanto guadagna un ristoratore?”. Ovviamente, la risposta è “dipende”. Non a caso ci sono ristoranti che vanno alla grande e fatturano migliaia e migliaia di euro all’anno, ma ci sono anche quelli che realizzano cifre più modeste. Per non parlare di quelli che, purtroppo, falliscono.
Quindi, nel caso del Self Publishing, i guadagni sono direttamente proporzionali agli sforzi compiuti per raggiungere gli obiettivi prefissati, come avviene per qualsiasi altro business.
Non solo: sempre al pari di qualsiasi altra attività imprenditoriale, l’unico modo per ottenere dei risultati concreti è quello di possedere il giusto now-how, condizione indispensabile per non vanificare l’investimento del capitale iniziale, del proprio tempo e delle proprie energie.

Perché ci sono fraintendimenti sul significato del Self Publishing?

Purtroppo, capita che molte persone fraintendano il significato del Self Publishing perché partono già prevenute, ritenendo questa attività alla portata solo di coloro che hanno capacità e tempo da dedicare alla stesura del proprio libro.
In realtà, come abbiamo visto in precedenza, il tutto dipende dall’approccio, il quale può essere anche strettamente imprenditoriale.
Sebbene si possa discuterne per ore, quali sono i veri compiti di un imprenditore?

Decidere la meta da raggiungere.
Studiare la propria nicchia di mercato.
Analizzare le risorse a disposizione.
Coordinare la propria squadra di lavoro.

In altre parole, nonostante il significato letterale di Self Publishing sia sempre quello, all’atto pratico varia a seconda della propria condizione di partenza, ovvero cambia a seconda del proprio approccio.

Conviene fare Self Publishing nel 2021?

Assolutamente sì. Anzi, il 2021 è proprio l’anno d’oro del Self Publishing. Il motivo è molto semplice: a fronte dell’epidemia da COVID-19, l’unico settore che non ne sta risentendo è proprio quello dei business digitali.
Infatti, per via delle numerose restrizioni disposte dalle normative anti-contagio, sono sempre di più le attività tradizionali che stanno arrancando. Insomma, a parte i supermercati e altri esercenti che vendono beni e/o servizi di prima necessità, gli altri se la stanno passando male e, una parte di questi, sono già falliti.
In parallelo a tale situazione, c’è anche chi ha visto un aumento considerevole dei propri guadagni, ossia tutti coloro che gestiscono proprio un business digitale, Self Publishing compreso.
In altre parole, possiamo considerare questo fenomeno come una nuova “corsa all’oro”.

Il vero significato del Self Publishing: conclusioni finali

Il vero significato di Self Publishing non è la semplice traduzione letterale. Infatti, fare Self Publishing significa avviare un business digitale dalle enormi potenzialità, uno dei pochi in grado di dare ottimi risultati persino in questo 2021 caratterizzato dalle restrizioni anti-covid che stanno martoriando sempre più attività economiche.
Non solo, stiamo parlando di un business digitale che, generando rendite passive automatiche, non permette solo di guadagnare soldi, ma anche tempo libero.
Per non parlare del fatto che, adottando l’approccio più imprenditoriale, tutti possono fare Self Publishing. Grazie alla formazione svolta dai migliori professionisti del settore, è possibile acquisire tutto il know-how necessario per raggiungere i propri obiettivi step-by-step partendo da zero.
Dubbi? Perplessità o semplici curiosità? Allora contattaci senza impegno, i nostri consulenti saranno lieti di darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Self Publishing su Amazon: opinioni e recensioni. “Ecco i migliori 3 metodi…”

Self Publishing su Amazon: opinioni e recensioni. "Ecco i migliori 3 metodi..."

Nei prossimi paragrafi troverai la nostra intervista a Bogdan dei top 3 metodi per vendere su Amazon secondo la sua esperienza personale.
Infatti, attualmente è un investitore digitale di successo che, però, ha iniziato la sua carriera partendo completamente da zero. Giorno dopo giorno, il tema del business online diventa sempre più discusso e, al fine di fare maggiore chiarezza, la cosa migliore è quella di leggere l’esperienza diretta di chi ci è già passato. Ovviamente, non esistono metodi “migliori” o “peggiori” in senso assoluto, in quanto la scelta di uno piuttosto che dell’altro avviene sempre in base alla propria condizione personale di partenza. In altre parole, il metodo scelto da “Tizio” potrebbe non andare bene per “Caio” e viceversa.


Detto questo, non perdiamo altro tempo e iniziamo subito la nostra intervista a Bogdan in modo da conoscere la sua storia.

Ciao Bogdan, quali sono i top 3 metodi per vendere su Amazon secondo la tua esperienza?

Ciao a tutti/e e grazie di questa intervista! Per quella che è la mia esperienza personale, i top 3 metodi per vendere su Amazon sono:

3) Dropshipping.

2) Amazon FBA.

1) Self Publishing.

Sicuramente, il Dropshipping è un buon metodo, ma non credo sia adatto a tutti, specialmente per coloro che iniziano da zero. Infatti, ogni responsabilità ricade sul venditore, pertanto è necessario sapere bene cosa si sta facendo, così come bisogna essere in grado di interfacciarsi in prima persona con i clienti.
Avevo preso in considerazione anche Amazon FBA ma, per tutta una serie di condizioni personali, non me la sono sentita, in quanto è necessario possedere un certo capitale iniziale per avviare il proprio business.
Di conseguenza, ho deciso di dedicarmi al Self Publishing: secondo me, il rapporto tra sforzo economico iniziale e risultati finali è davvero ottimo, quantomeno in base alla mia personale condizione di partenza.

Come sei venuto a conoscenza del Self Publishing?

All’inizio della mia avventura, ho deciso di iscrivermi a vari corsi di formazione per capire come avviare un business online.
Tra questi c’era anche “Vincere su Amazon” di Antonio Vida. Stavo ancora studiando i meccanismi di Amazon FBA quando, a primavera 2020, è uscito “Vincere su Amazon – Self Publishing”.
Per me era una novità assoluta, in quanto non ne avevo mai sentito parlare. Così ho deciso di studiare anche questo metodo.
Dopo le opportune valutazioni, ho deciso di iscrivermi al corso perché ho compreso che sarebbe stato quello più adatto alla mia condizione di partenza, ovvero zero esperienza e budget limitato.
Che dire, ancora oggi la ritengo una delle migliori scelte che abbia mai fatto. Insomma, il Self Publishing mi ha davvero cambiato la vita e non finirò mai di ringraziare Antonio Vida e tutto lo Staff della sua Accademia.

Cosa facevi prima dell’avvio del tuo business digitale?

Prima di avviare il mio business digitale lavoravo in fabbrica come operaio. Quando oggi ripenso al mio vecchio lavoro mi vengono i brividi. Non riesco ancora a comprendere come io abbia potuto sopportare quella condizione.
Insomma, turni di lavoro massacranti e uno stipendio che mi permetteva solo di sopravvivere. Per non parlare della gratificazione che era sotto zero. Ad un certo punto non ho resistito e mi sono licenziato.
Per un breve periodo ho lavorato come impiegato per un’azienda di recupero crediti, ma anche questa esperienza è durata poco.
Così, un giorno, ho deciso di avviare il mio business online, consapevole del fatto che avrei dovuto impegnarmi al massimo, dal momento che non avevo nessuna esperienza pregressa in questo settore.
Per mia fortuna il corso di Antonio Vida mi ha dato tutti gli strumenti utili e, ancora oggi, mi stupisco di quanto sia ben strutturato.

Quindi adesso sei scrittore a tempo pieno?

No, nient’affatto! All’inizio anch’io credevo che fare Self Publishing significasse diventare scrittore ma, con mia grande sorpresa, ho scoperto che non era così. Certo, chi sa scrivere può sempre tentare di realizzare e pubblicare il proprio libro, ma ciò non è strettamente necessario.
La mia attività principale consiste nella ricerca delle parole chiave in base alle quali verrà poi realizzato il libro.
Insomma, per vendere è necessario lanciare un prodotto che sia richiesto, quindi possiamo dire che il mio compito sia quello di capire quali sono gli argomenti più gettonati.
Oltre alla ricerca della parole chiave, mi occupo anche di coordinare diversi professionisti a cui delego ogni singolo compito.
Ad esempio, la stesura del libro la delego ai ghost writer, la correzione la delego ai proofreader (correttori di bozze), così come delego anche l’impaginazione e la creazione della copertina.

Self Publishing in cima ai top 3 metodi per vendere su Amazon: parlaci un po’ del corso.

Se oggi posso ritenere che il Self Publishing sia il migliore dei top 3 metodi per vendere su Amazon è proprio grazie al corso di Antonio Vida.
Come dicevo poco fa, è strutturato talmente bene che chiunque può seguirlo e acquisire tutto il know-how necessario per avviare il proprio business digitale, compresi coloro che, come me, non hanno nessuna esperienza pregressa e sono costretti a cominciare da zero.
Insomma, ogni singolo aspetto viene trattato in modo semplice ed esaustivo, così come si può sempre contare sull’aiuto di tutor eccezionali.
Ecco, al di là degli aspetti più tecnici, una caratteristica unica di questo corso che lo differenzia da tutti gli altri consiste proprio nell’aspetto umano.
In altre parole, si tratta di una vera e propria community online in cui si può sempre contare sull’aiuto reciproco.

Ci puoi fare qualche esempio?

Certo! Un giorno necessitavo di un chiarimento relativo all’argomento che stavo studiando. Ho semplicemente scritto un post in cui spiegavo il mio problema e, nel giro di pochissimi minuti, ho subito ricevuto la risposta di cui avevo bisogno!
Per non parlare del prezioso supporto dei tutor che ti seguono in ogni singola fase. A volte capita di fare confusione, piuttosto che sentirsi demoralizzati.
Personalmente mi sono bastate alcune coaching call con il mio tutor e, in men che non si dica, ho corretto gli errori che stavo facendo con il massimo dell’entusiasmo.
Prima di entrare in “Vincere su Amazon” avevo già provato altri corsi, ma non c’è paragone. Insomma, tutti gli altri si limitano a fornirti delle nozioni di teoria non sempre aggiornate, salvo poi lasciare i corsisti in balia di se stessi.
Magari possono andar bene per chi ha già esperienza, ma non per chi parte da zero.

Top 3 metodi per vendere su Amazon e Self Publishing: ultimi consigli ai nostri lettori?

Volentieri! Chiunque legga questa intervista e si trovasse nella stessa condizione in cui ero all’inizio della mia avventura, sappia che il Self Pulishing non è un miraggio. Ecco perché l’ho collocato in cima alla mia top 3 dei metodi per vendere su Amazon. Grazie agli strumenti giusti forniti dal miglior corso italiano, tutti possono avviare il proprio business digitale, esattamente come ho fatto io. Attualmente, dedico al Self Publishing non più di 2 ore al giorno e sto per lanciare in mio secondo libro. Ovviamente questo è solo l’inizio, in quanto il terzo libro è in già in fase di realizzazione. Come ultimissimo consiglio posso solo dirvi che il corso “Vincere su Amazon – Self Publishing” può davvero cambiarvi la vita, quindi approfittate subito di questa possibilità più unica che rara.

Corso Selfpublishing su Amazon: la recensione di Marta

Corso Selfpublishing su Amazon la recensione di Marta

Prima di entrare nel vivo dell’argomento “classifica corsi Self Publishing su Amazon” grazie all’intervista che Marta ci ha gentilmente concesso, è opportuno fare alcune considerazioni di carattere generale. Infatti, sebbene per tante persone il Self Publishing sia ancora una novità assoluta, in realtà si tratta di un business digitale già testato da migliaia e migliaia di persone in tutto il mondo. L’aspetto davvero interessante è che, al contrario di quello che si può pensare, tutti potenzialmente possono ottenere successo in questo settore, proprio come è successo a Marta. Da corsista di “Vincere su Amazon – Self Publishing”, è diventata presto la titolare di un business di successo, divenendo, a sua volta, un tutor di riferimento per tutti coloro interessati ad intraprendere la stessa strada. Insomma, le possibilità ci sono e si tratta solo di capire come sfruttarle a proprio vantaggio.

Corso SelfPublishing su Amazon: la recensione di Marta e la sua classifica dei corsi di Self Publishing su Amazon.

Per questa nostra classifica dei corsi di Self Publishing su Amazon abbiamo deciso di intervistare Marta perché, come tanti altri, ha investito molto tempo per capire quale frequentare. Infatti, non tutti i corsi sono uguali, proprio perché questa attività può essere affrontata in modi diversi, a seconda della propria situazione di partenza.
Insomma, fare Self Publishing significa auto-pubblicare uno o più libri e, per arrivare al risultato finale, ci sono varie strade che si possono intraprendere.
In altre parole, ci sono coloro in grado di realizzare un libro di successo scrivendolo di proprio pugno, ma c’è anche chi riesce in questo intento delegando e coordinando ogni singolo ramo di questa attività.
Detto ciò, lasciamo subito la parola a Marta che ci racconterà la sua storia, le sue impressioni, i progetti attuali e quelli del futuro.

Ciao Marta! Presentati ai nostri lettori.

“Ciao a tutti e grazie per questa vostra intervista! Per iniziare, posso dirvi che, nonostante la mia attuale attività di Self Publisher e tutor, ho iniziato completamente da zero.
Insomma, non provengo da chissà quale università, così come tutta la mia esperienza l’ho fatta sul campo. L’aspetto che ancora oggi mi affascina di più è che nostri unici limiti sono quelli che ci poniamo da soli. Mi spiego meglio.
All’apparenza sembra che l’unico modo per avere delle entrate economiche sia quello di prendere il primo lavoro che capita, poco importa se non molto gratificante sotto il profilo economico e umano. In realtà le cose stanno ben diversamente: avviare un business di successo gratificante e in grado di generare rendite passive automatiche è possibile, basta solo imparare. In altre parole, il primo passo è quello di rompere i soliti schemi mentali che ci separano dalla vita che vorremmo.”

Come mai hai scelto proprio il Self Publishing?

“Ho scelto il Self Publishing per via di diversi fattori. Prima di tutto, sono da sempre un’appassionata di lettura e per me sarebbe impossibile rimanere senza un buon libro da leggere. Di conseguenza, l’idea di lavorare in un settore affine con questa mia passione è stato, senza dubbio, un ottimo incentivo.
In secondo luogo, ovvero considerando l’aspetto economico, ho puntato sul Self Publishing per via delle rendite passive automatiche che riesce a generare. In altre parole, un qualsiasi lavoro tradizionale, al di là di quella che può essere la retribuzione mensile, richiede il sacrificio del proprio tempo. Tutto ciò, purtroppo, a scapito di se stessi, dei propri affetti e, ovviamente, delle proprie passioni. Insomma, ho deciso di diventare Self Publisher perché trovo gratificante il fatto di lavorare con i libri, ma anche per assicurarmi delle buone entrate economiche, senza però dover barattare il mio tempo come avviene nei lavori tradizionali”.

Avevi già esperienza in questo settore?

“Al di là della mia passione per la lettura, come scrittrice non sarei in grado di scrivere nemmeno la pagina iniziale di un libro. E’ vero, ci sono dei corsi che insegnano a scrivere ma, senza un talento artistico innato, è davvero difficile realizzare di proprio pugno un libro di successo.
Dopo varie ricerche, mi sono iscritta a “Vincere su Amazon – Self Publishing” di Antonio Vida, il corso che mi ha letteralmente cambiato la vita. Infatti, grazie a quest’ultimo, ho capito che si può fare Self Publishing senza essere in grado di scrivere un libro ma, semplicemente, delegando questo compito ad un professionista. Non solo: grazie al corso ho anche appreso tutta una serie di nozioni e tecniche di marketing di cui, fino a poco tempo prima, ne ignoravo completamente l’esistenza. Insomma, se ce l’ho fatta io, ce la può fare chiunque, basta volerlo e impegnarsi a fondo.”

Quali sono i vantaggi del Self Publishing?

“Come dicevo poco fa, il Self Publishing ha il grande vantaggio di generare rendite passive automatiche. In altre parole, questa attività non consente solo di guadagnare delle cifre economiche, ma anche del tempo libero da dedicare a ciò che più ci piace, dalla nostra famiglia, alle nostre passioni. Inoltre, con mio grande stupore, è possibile iniziare e avviare questa attività senza la Partita IVA e, di conseguenza, evitare tutte le spese legate alla gestione degli aspetti burocratici. Un altro grande vantaggio del Self Publishing? Sicuramente la sua scalabilità. In altre parole, una volta ottenuti i guadagni derivati dalla pubblicazione del proprio libro, questi possono essere reinvestiti per pubblicarne un altro, e così via. Insomma, stiamo parlando di un business digitale dalle enormi potenzialità che tutti possono sfruttare a loro vantaggio, proprio come ho fatto io a seguito della formazione che ho ricevuto grazie al corso di Antonio.”

Chi metteresti in cima alla classifica dei corsi di Self Publishing su Amazon?

“Beh, in cima alla classifica dei corsi di Self Publishing su Amazon metto, senza dubbio, proprio quello di Antonio Vida. In primis, è uno dei pochissimi in italiano. Infatti, tanti altri sono in lingua inglese, decisamente difficili da seguire per chi non è di madrelingua.
Inoltre, è l’unico corso che insegna a fare Self Publishing anche a coloro che non hanno doti artistico-letterarie, proprio come la sottoscritta. Per quella che è stata la mia esperienza, i tanti corsi presenti in rete danno ottimi consigli, ma tutti finalizzati alla stesura del proprio libro. Al contrario, quello di Antonio ti insegna come delegare e gestire una squadra di professionisti a cui affidare i singoli compiti. Ad ogni modo, è perfetto anche per coloro che hanno già del materiale scritto, dal momento che, una volta pronto il contenuto da pubblicare, le strategie di marketing per lanciarlo sono le medesime.”

LA RECENSIONE DI MARTA E’ DISPONIBILE ANCHE A QUESTO LINK IN FORMATO VIDEO SU YOUTUBE

Migliori corsi 2021 su Amazon: testimonianza Self Publishing

Migliori corsi 2021 su Amazon testimonianza Self Publishing

Il numero 1 dei migliori corsi 2021 su Amazon? Ecco la storia di Giulia e la sua recensione di “Vincere su Amazon – Self Publishing” di Antonio Vida

La testimonianza di Giulia

I migliori corsi 2021 su Amazon non sono tutti uguali. Ecco la storia di Giulia e come è arrivata al successo grazie a “Vincere su Amazon – Self Publishing” di Antonio Vida.
Partiamo con un presentazione:

Ciao Giulia, dicci chi sei?

“Sono una ragazza che, ad un certo punto, ha deciso di dare una svolta alla sua vita liberandosi dei soliti schemi mentali che “intrappolano” tanti di noi in lavori poco gratificanti sotto vari punti di vista”


Prima di iniziare, è bene specificare che Giulia ha iniziato il suo business partendo completamente da zero, senza possedere alcuna competenza specifica nel settore imprenditoriale, piuttosto che in quello editoriale.
Semplicemente, ha deciso di guardarsi attorno e di capire come sfruttare le grandi potenzialità del Self Publishing su Amazon.
“Partendo da zero, ho deciso di frequentare dei corsi proprio per imparare come svolgere questo mestiere. Ne ha provati di diversi, fino a quando sono approdata all’Accademia di Antonio Vida”, le parole di Giulia.

Indice:

La verità sui migliori corsi 2021 su Amazon
Cosa ha spinto Giulia ad intraprendere questa strada
Lavoro o rendita?
I migliori corsi 2021 su Amazon: si può davvero partire da zero?
Fare Self Publishing e investire nel Self Publishing
Come scalare il Self Publishing
Iscriviti subito al numero 1 dei migliori corsi 2021 su Amazon

La verità sui migliori corsi 2021 su Amazon

La verità sui migliori corsi 2021 su Amazon è che non sono tutti uguali. La maggior parte di questi, per quanto forniscano solide basi teoriche, non affrontano in modo esaustivo gli aspetti che riguardano la parte pratica.
In altre parole, molti dei corsi presenti sul mercato, sono adatti a coloro che possiedono già delle competenze specifiche, ma decisamente poco indicati per chi parte completamente da zero.
Non solo: questi ultimi, una volta terminati, lasciano i corsisti in balia di loro stessi, senza seguirli durante la fase più delicata, ovvero l’avvio del proprio business digitale.
Come vedremo nei prossimi paragrafi, “Vincere su Amazon – Self Publishing”, è l’unico corso in lingua italiana che “accompagna” i propri iscritti al successo, seguendoli personalmente durante tutte le fasi dell’apprendimento e dell’avvio.
Detto questo, cosa ha spinto Giulia ad intraprendere questo tipo di percorso? Quali sono le potenzialità del Self Publishing?

Giulia cosa ti ha spinto ad intraprendere questa strada? Perché hai deciso di fare Self Publishing su Amazon?

“Il motivo è molto semplice. Ad un certo punto della mia vita mi sono resa conto che il lavoro che svolgevo mi dava poca gratificazione. Insomma, tante ore a lavorare e uno stipendio da dipendente che mi garantiva scarsa autonomia economica” – ha dichiarato Giulia, la quale ha poi proseguito – “Non solo: mi sono resa conto che il vecchio lavoro mi sottraeva un’enorme quantità di tempo che, invece, avrei preferito dedicare alla mia famiglia e a me stessa. In questo senso, il Self Publishing è da considerarsi una svolta, in quanto tale attività consente di generare rendite passive automatiche. Dopo aver compiuto uno sforzo iniziale, i guadagni giungono senza dover essere costretti a lavorare in modo continuativo”.
Infatti, fare Self Publishing significa “auto-pubblicare” un libro cartaceo piuttosto che “e-book” e, di conseguenza, percepire un dato corrispettivo per ogni copia venduta.

Lavoro o rendita?

Prima di proseguire oltre, è bene chiarire ulteriormente ciò che ha spinto Giulia ad intraprendere questa strada.
Fin da piccoli ci insegnano che per guadagnare sia necessario lavorare in modo continuativo. Ciò è vero solo in parte.
Al contrario, nessuno ci insegna che è possibile guadagnare lavorando una “volta sola”. Ecco, dopo aver compreso questo aspetto, Giulia ha deciso di imparare a generare delle rendite passive automatiche e, per far ciò, non le è rimasto altro da fare che iscriversi ad un corso in grado di insegnarle proprio questo.
Come già anticipato, i primi che ha frequentato non le hanno portato alcun beneficio, salvo poi ottenere la svolta proprio grazie a “Vincere su Amazon – Self Publishing” di Antonio Vida.
Quali sono i reali punti di forza di quest’ultimo?

I migliori corsi del 2021 su Amazon: si può davvero partire da zero?

Tra tutti i migliori corsi del 2021 su Amazon, l’unico in grado di portare al successo anche chi parte da zero è solo quello di Antonio Vida.
In che modo? Insegnando ai corsisti come delegare e, di conseguenza, coordinare ogni singolo ramo della propria attività.
Insomma, i soliti corsi si rivolgono agli scrittori di professione, piuttosto che a coloro che hanno già solide basi in fatto di investimenti digitali. Ecco perché molti corsisti, specialmente quelli che partono da zero, non riescono ad avviare il proprio business.
Al contrario, “Vincere su Amazon – Self Publishing” è strutturato in modo tale da condurre chiunque al successo, ovviamente a patto di seguire ogni step e impegnandosi a fondo nell’apprendimento come si farebbe per qualsiasi altra materia o disciplina.
Non solo: più che un corso, si tratta di una grande community in cui gli iscritti e i tutor possono scambiarsi nozioni, tecniche ed esperienze.

Migliori corsi 2021 su Amazon testimonianza Self Publishing

Fare Self Publishing e investire nel Self Publishing

Per riassumere quanto visto sino ad ora, potremmo dire che quello di Antonio Vida è il numero 1 dei migliori corsi del 2021 su Amazon proprio perché non importa quale sia il livello di partenza di chi ha deciso di iscriversi.
In altre parole, grazie ad esso è possibile imparare a:

Fare Self Publishing
Investire nel Self Publishing

Fare Self Publishing” significa auto-pubblicare uno o più libri scritti di proprio pugno. Non a caso, ci sono diverse persone appassionate di scrittura che hanno già del materiale ma che non sanno come proporlo al pubblico.
Al contrario, “investire nel Self Publishing”, significa delegare la stesura del libro ad un professionista, acquistando i diritti d’autore dell’opera per poi auto-pubblicarla a nome proprio.

Come scalare il Self Publishing

Ha poca importanza che tu voglia “fare Self Publishing”, piuttosto che “investire nel Self Publishing”. In entrambi i casi, il corso di Antonio Vida ti fornirà tutti gli strumenti necessari per arrivare al successo.
Infatti, avere pronto un contenuto da auto-pubblicare è solo il secondo e, di certo, non l’ultimo step.
Come prima cosa bisogna comprendere cosa pubblicare tenendo conto di quella che è la richiesta del mercato.
In secondo luogo, bisognerà poi essere in grado di posizionare al meglio il proprio libro, superando la concorrenza.
Detto questo, è importante specificare il fatto che il Self Publishing è un business scalabile. Ottenuto il successo con il primo libro, è possibile reinvestire una parte del guadagno per auto-pubblicarne un altro e così via.
Proprio come ha fatto e sta facendo tutt’ora Giulia che, tra l’altro, ha potuto mollare il vecchio lavoro.

Iscriviti subito al numero 1 dei migliori corsi del 2021 su Amazon

Dopo aver letto le parole di Giulia, anche tu hai voglia di dare una volta alla tua vita avviando un business di successo in grado di generare rendite automatiche passive? Se la risposta è “sì”, non ti resta altro da fare che unirti a questa community, iscrivendoti al numero 1 dei migliori corsi del 2021 su Amazon.
E’ davvero molto semplice: basta cliccare qui e mettersi in contatto con uno dei tutor che ti seguirà durante tutto il percorso.
Come abbiamo avuto modo di imparare dall’esperienza di Giulia, il tutto dipende sempre e solo da noi. Gli strumenti per raggiungere il successo ci sono e li abbiamo a portata di mano.
Quello che dobbiamo fare è liberarci da certi schemi, aprire la mente a nuove prospettive e, infine, apprendere ciò che ci serve da chi ha già raggiunto il successo prima di noi.

Quali saranno i prodotti più venduti su Amazon nel 2021? Proprio i libri.

Quali saranno i prodotti più venduti su Amazon nel 2021? Proprio i libri.

Quali saranno i prodotti più venduti su Amazon nel 2021? E’ proprio così: i libri sono e saranno i prodotti più venduti su Amazon nel 2021. Ecco perché vale la pena avviare un business digitale in questa nicchia.

Quali saranno i prodotti più venduti su Amazon nel 2021? Il mercato non finisce mai di stupire.

E’ proprio vero, il mercato non finisce mai di stupire. Infatti, pochi sono a conoscenza del fatto che i libri sono i prodotti più venduti su Amazon nel 2021.
Si sente dire spesso che gli italiani e le italiane leggono sempre di meno, ma in realtà le cose stanno diversamente. Le attuali statistiche tengono conto dei dati forniti dalle librerie tradizionali, ma ignorano completamente il nuovo mercato online dei famosi e-book.
Proprio per questo, sarebbe più corretto affermare che gli italiani e le italiane leggono sempre di meno i libri cartacei, orientandosi sempre più verso i loro “cugini” elettronici.
Questi ultimi sono davvero comodi, in quanto è possibile acquistarli comodamente da casa e se ne possono “stipare” a centinaia in solo dispositivo, come ad esempio il tablet.
Ovviamente, la libreria virtuale più fornita e più frequentata è proprio Amazon che offre ai suoi clienti la scelta più vasta.

Indice:

Perché i libri sono i prodotti più venduti su Amazon nel 2021?
Vendere libri su Amazon: conviene davvero?
Self Publishing: ultima frontiera del business digitale.
Ecco perché tanti investitori sono interessati al Self Publishing.
Come vendere libri online, i prodotti più venduti su Amazon nel 2021.
Scrivere o investire?
Entra nella nicchia dei prodotti più venduti su Amazon nel 2021.

Perché i libri sono i prodotti più venduti su Amazon nel 2021?

Perché i libri sono i prodotti più venduti su Amazon nel 2021? E’ impossibile rispondere in modo secco a questa domanda. Tuttavia, possiamo affermare che la “fame” di arte e di cultura è un bisogno intrinseco dell’essere umano.
Insomma, le nostre esigenze non sono solo quelle di tipo materiale.
Oggi, grazie ad Internet e ai passi da gigante compiuti dalla tecnologia, diventa sempre più comodo coltivare le proprie passioni. Di conseguenza, sono sempre di più le persone che approfittano di questo fatto.
Detto questo, cerchiamo di analizzare questa situazione sotto il profilo imprenditoriale. Una grande richiesta di libri da parte del mercato significa ottime opportunità di guadagno per tutti coloro che hanno deciso di vendere questi prodotti.
Non a caso, sono sempre di più le persone che stanno cercando di capire come avviare un business di successo proprio in questa particolare nicchia di mercato.

Vendere libri su Amazon: conviene davvero?

Appurato il fatto che gli e-book sono un prodotto che sta andando alla grande, conviene davvero venderli su Amazon? In questo caso, la risposta è un secco “sì”.
Prima dell’avvento dei business digitali, erano le case editrici tradizionali a detenere il monopolio in questo settore.
Infatti, per quanto bravo poteva essere uno scrittore, questo avrebbe potuto fare ben poco da solo. Un libro non bisogna solo scriverlo, ma bisogna anche venderlo, stampandolo in quante più copie possibili. Ovviamente, per realizzare queste ultime servono capitali di tutto rispetto per sostenere i costi tipografici, ma anche quelli legati alla distribuzione e la promozione al grande pubblico.
Invece, per quanto riguarda gli e-book, questi possono essere realizzati a costo zero: oggigiorno tutti possiedono un computer dotato di programmi di scrittura.
Non solo, oggigiorno tutti possono iscriversi su Amazon e iniziare a vendere autonomamente il proprio prodotto.

Self Publishing: ultima frontiera del business digitale.

Ciò che abbiamo visto nel precedente paragrafo può essere condensato in una sola espressione: “Self Publishing”.
Infatti, la traduzione italiana di quest’ultima è proprio “auto-edizione” o “auto-pubblicazione” che dir si voglia.
Insomma, in parole povere, si tratta di realizzare un’opera letteraria e immetterla sul mercato in modo autonomo, ovvero senza ricorrere alle classiche case editrici.
Naturalmente, tutto ciò significa maggiori guadagni per lo scrittore, senza contare la maggiore libertà creativa.
Le case editrici non sono né enti di beneficenza, né giocatori d’azzardo: sono realtà che fanno business, ovvero devono avere sia la garanzia di recuperare le spese, che ottenere dei guadagni a fronte dei capitali investiti.
Ecco perché gli scrittori che ricevono il loro supporto devono rispettare precisi paletti, più o meno stringenti.
Al contrario, il Self Publishing offre la libertà più assoluta, sia sul piano creativo, che su quello connesso alla vendita e alla promozione.

Ecco perché tanti investitori sono interessati al Self Publishing.

Il Self Publishing, oltre ai vantaggi menzionati al paragrafo precedente, è una delle poche attività che consente di ottenere rendite passive automatiche. Cosa sono?
In poche parole, sono dei guadagni che vengono percepiti indipendentemente dal numero di ore lavorate.
Insomma, l’esatto contrario rispetto alla retribuzione periodica che accomuna la stra grande maggioranza delle attività lavorative.
A tal proposito, la retribuzione periodica non è una prerogativa del solo lavoro dipendente, ma anche di quello svolto dai liberi professionisti.
Non importa che si tratti di un avvocato, piuttosto che di un geometra o di un agente di commercio: in ogni caso, i lavoratori appartenenti a queste categorie, sono costretti a barattare continuativamente il proprio tempo in cambio di un compenso, più o meno lauto.
Al contrario, una volta che lo scrittore ha concluso il proprio libro e lo ha messa in vendita, il suo lavoro può dirsi terminato.

Come vendere libri online, i prodotti più venduti su Amazon nel 2021.

Arrivati a questo punto, resta da capire come avviare un business in questa nicchia dei prodotti più venduti su Amazon nel 2021. Essenzialmente ci sono 2 modi:

Realizzare da soli il proprio libro.
Si tratta del metodo più ovvio, ma anche di quello più impegnativo. Insomma, non tutti sono in grado di realizzare un’opera letteraria di qualità e che abbia poi successo tra il pubblico.
Pertanto, questo metodo è il più indicato per coloro che sono appassionati di scrittura e che hanno già del materiale.
Collaborare con i ghost writer.
Giuridicamente parlando, il “proprietario” di un libro non è necessariamente chi lo scrive. Infatti, la questione gira attorno ai diritti d’autore, i quali possono essere ceduti.
In altre parole è possibile fare Self Publishing senza saper scrivere ma, semplicemente, acquistando i diritti d’autore di un libro realizzato da terzi, salvo poi pubblicarlo a nome proprio.

Scrivere o investire?

Quali sono le differenze principali dei metodi elencati nel paragrafo precedente? Al fine di orientare al meglio la propria scelta, è doveroso prendere in considerazione l’aspetto economico.
Scrivere un libro di proprio pugno è l’alternativa più conveniente. Insomma, basta avere un computer, un programma di scrittura e tanta creatività. In altre parole, non serve tirare fuori un centesimo per iniziare.
Al contrario, ovvero nel caso si voglia collaborare con un ghost writer, bisogna avere necessariamente a disposizione un piccolo capitale di partenza con cui acquistare i diritti d’autore del libro che si vuole pubblicare.
Naturalmente, si possono anche sfruttare contemporaneamente entrambi i metodi. C’è chi avvia il proprio business collaborando con i ghost writer, salvo poi frequentare corsi di scrittura, al fine di diventare autonomo nella creazione dei libri da pubblicare.

Entra nella nicchia dei prodotti più venduti su Amazon nel 2021.

Per entrare nella nicchia dei prodotti più venduti su Amazon del 2021 non basta semplicemente avere un libro da vendere, sia esso scritto di proprio pugno, piuttosto che da un ghost writer.
Infatti, bisogna anche sapere come venderlo: essendoci una forte richiesta di libri, c’è anche una vasta offerta. In altre parole, la concorrenza in questa nicchia è davvero forte.
Ecco perché è fondamentale capire come avviare e, soprattutto, come gestire questo tipo di business digitale.
Insomma, bisogna imparare a fare “Self Publishing” da chi lo sta già facendo con successo.
L’unico corso in lingua italiana che offre questa possibilità è “Vincere su Amazon – Self Publishing” ideato da Antonio Vida, il migliore investitore digitale italiano.

Per iscriverti basta cliccare qui ed entrare in contatto con un tutor per avere una prima consulenza.